Lyrics

Guè – La G La U La E pt.2 Lyrics

Guè La G La U La E pt.2

Gangster, pusher, hustler, escort
Aspettano il mio disco, mi chiedono quando esco
Sorridi adesso perché dopo, quando dopo piangi
Merce nel Mercedes, testi in alfabeto kanji
Ti buco tipo Desert Eagle
Tu in mano hai solo un telefono smart
Sì, ma per stupid people
Leggendario in ogni fuso orario
Un sicario, la voce in ogni stereo, ogni barrio
Te l’avevo promesso, fra’, che ce l’avremmo fatta
Un tuffo dalla barca, è cristallina l’acqua
Preghiamo solo in banca, Milano, home street home
La mia collana pesa a un chilo come il suo sticchio

Chi è il primo italiano coi ruoli veri ad avere un conto a sei zeri (G-U-E)
Chi ha ispirato generazioni e i rapper di ‘sti quartieri (G-U-E)
La street più ben disegnata, la bitch più desiderata (G-U-E)
Il cinema di strada, la meglio droga cantata (G-U-E)

Seh, toro italiano superveloce Iota, semiauto, audio, Pablo
Questo suono è coca
Oggi sono in molti che ti mentono
Il mezzo se lo rentano
Il pezzo se lo inventano
Io dove vado vado non devo imboscarmi il chain
Il mio stile è originale, frate, grosso come Jake
Tu non sei un gangsta, lavoravi all’Iper
Appendevo il primo platino ad Ibiza con i killer
Due dive alle Maldive, ed io
Tiratore scelto, flow sniper
Vampiri con le lame, Wesley Snipes
Champagne se esci dal carcere
Seh, cool, ma quanto dura
Questo per la cultura
La vera bellezza in strada
È rima non tagliata, pura

Chi è il primo italiano coi ruoli veri ad avere un conto a sei zeri (G-U-E)
Chi ha ispirato generazioni e i rapper di ‘sti quartieri (G-U-E)
La street più ben disegnata, la bitch più desiderata (G-U-E)
Il cinema di strada, la meglio droga cantata (G-U-E)

(G-U-E)
(G-U-E)

Ogni metafora ti fora tipo P38
Per il rap come papavero per l’oppio
Rockbeats, classic shit
Immortal G
Benvenuti a GVESVS

Written by: Cosimo Fini, Matteo Bernacchi

  • Written by:
  • Album:
  • Released:

Leave a Response